Progettazione e Realizzazione giardini Verona

Come progettare un giardino mediterraneo e quali piante inserire?

Hai preso in considerazione l’idea di ristrutturare il tuo giardino e di allestire la scena secondo i canoni dello stile mediterraneo?

Ecco quali accorgimenti è opportuno adottare per disporre di un giardino mediterraneo da vivere ad ogni ora della bella stagione.

come progettare un giardino mediterraneo

Sguardo d’insieme e progettazione

Innanzitutto, è buona norma partire da un’osservazione della nostra abitazione e del paesaggio circostante.

Subito dopo dovrai chiederti cosa ti spinge esattamente a progettare un giardino mediterraneo, per intenderci quello che trae ispirazione dalle aree costiere della Provenza e dell’Italia del Sud.

 

Per fare un esempio, potresti voler adibire una zona a sala lettura en plein air e quindi dovresti prevedere uno o una serie di vialetti che conducono in quel punto.

Chiediti anche se non è il caso di celare allo sguardo altrui l’intero giardino o una parte di esso. In questo senso, è fondamentale la scelta delle siepi di confine.

 

Dopo aver dato uno sguardo all’area circostante, fissati gli obiettivi e le zone da valorizzare, ivi compreso il confine, puoi passare al cuore della progettazione.

Il giardino mediterraneo si distingue per i colori luminosi e l’atmosfera rilassata.

Ammette la presenza di piccoli corsi d’acqua o di una fontana e si fa apprezzare per la crescita libera, ma opportunamente gestita, della coltivazione. Il che significa che non devi dotarlo di linee precise: le varie aree vanno progettate con cura, ma è preferibile che non abbiano contorni ben definiti.

come fare un giardino mediterraneo

Alberi a chioma larga

Sono in genere due gli stili verso cui è possibile orientarsi: il giardino mediterraneo in stile arabo e quello in stile rinascimentale.

Quest’ultimo può essere provvisto di terrazze, scalini e fontane, laddove invece il giardino in stile arabo prevede una vegetazione rigogliosa divisa da piccoli corsi d’acqua.

Ma ciò che li accomuna è l’esigenza di creare ombra e allo scopo si prestano senz’altro gli alberi dalla chioma larga e rigogliosa.

leggi anche: l'ombra in giardino ha il suo fascino

 

Opta per un carrubo, un tiglio, un gelso o un fico, oltre naturalmente all’ulivo che domina i tratti costieri del Mediterraneo. Quando possibile, l’albero principale andrebbe collocato in posizione tale da proiettare la giusta ombra, senza tuttavia opprimere un angolo della casa.

Se hai lo spazio sufficiente per piantare più alberi a chioma larga, è preferibile che tu li disponga in posizioni opposte, ancorché strategiche. Qualora prevista, la fontana va collocata in zona centrale.

Corredala di piccoli corsi d’acqua o accompagnala a piante acquatiche come ninfee e fiori di loto. D’altra parte, begonie, rose, gerani e rampicanti sono perfetti per impreziosire e ingentilire la zona fontana.

Prato e aromi

In genere nei giardini mediterranei s’installa un soffice manto erboso, che è fresco, gradevole alla vista e capace di creare il giusto contrasto con i fiori.

Considerate le condizioni ambientali, orientati verso una specie resistente al caldo e all’umidità come la gramigna rossa (erba canina), che oltretutto tollera molto bene il calpestamento.

In alternativa, puoi pensare di ricoprire il suolo con piante rampicanti tipo edera.

Quanto invece alla pavimentazione, è consigliabile limitarla alla zona fontana, quando prevista.

 

Sia che tu debba creare ex novo un giardino mediterraneo, sia che tu debba rimodellare un giardino esistente, ciò di cui non puoi fare a meno è un angolo aromatico che raccolga i profumi e i colori tenui dei paesaggi provenzali e italiani.

Via libera quindi a timo, salvia, ginepro, rosmarino.

In effetti, le piante caratteristiche di un giardino mediterraneo hanno un portamento perlopiù arbustivo o cespuglioso, un tipo di vegetazione che bene si adatta al clima mediterraneo e che comprende specie sempreverdi.

 

Si sa, le piccole foglie coriacee delle sempreverdi (come il rosmarino) hanno il pregio di serbare l’umidità al loro interno. I profumi del giardino mediterraneo rivestono un ruolo di primo piano.

 

Una soluzione alternativa all’orto aromatico va ricercata nella opportuna collocazione di limoni, arance e bergamotti. Puoi pensare di destinare tutta una zona agli agrumi oppure puoi disporli in grandi vasi di terracotta smaltata. In tempo di fioritura il giardino sarà inondato dall’inebriante profumo agrumato.

Macchie uniformi dall’effetto riposante

quali piante per giardino mediterraneo

Tra le piante da installare nel tuo giardino in stile mediterraneo, le specie cosiddette rustiche non necessitano di particolari cure.

È consigliabile però dare all’insieme un aspetto gradevole e questo può voler dire procedere per macchie omogenee evitando, ove possibile, la presenza simultanea di troppe specie colorate.

 

Meglio preferire poche macchie di colore, come le accese fioriture di un ginepro in bella vista o le begonie in zona fontana.

Così, il giardino sembrerà molto più “naturale” e non distrarrà dal godimento di macchie verdi dall’effetto riposante.

 

La realizzazione di un giardino mediterraneo non è uno scherzo, ci sono moltissimi fattori da tener presenti e quindi fatti guidare da un esperto se desideri che il tuo giardino mediterraneo sia non soltanto armonioso e bello da vedere, ma anche funzionale.