Progettazione e Realizzazione giardini Verona

Come scegliere l’albero di natale vero e quali tipologie per seguire la tradizione

L’albero di Natale, tradizionalmente un abete decorato con sfere colorate, luci, fiocchi e dolci, è un simbolo universale delle festività natalizie, tanto in chiave cattolica quanto in chiave commerciale e pagana.

La vista di un albero di Natale, ricco di decorazioni, trasmette sempre allegria e gioia, tanto ai bimbi quanto agli adulti.

Quando, ai primi di dicembre, passeggiando per le strade della propria città, si iniziano a vedere le luminarie accese e i negozi, gli alberghi ed i locali espongono i propri alberi all’ingresso, allora per tutti è davvero arrivato il Natale.

Esistono diverse teorie sulle sue origini, che comunque non sono precise e certe, dalle più storiche alle più carine e divertenti.

albero di natale vero

Come è nata la tradizione dell’abete addobbato per Natale

Uno dei più antichi riferimenti all’albero natalizio risale al 1441. Pare che in una città dell’Estonia, Tallin, fu allestito nella piazza principale un grande abete ricco di decori floreali e carico di frutta.

Attorno a questo albero venivano esortati i giovani a ballare, con lo scopo di trovare l’anima gemella.

Alcuni puristi del Natale sostengono che l’usanza di mettere i regali sotto l’albero si colleghi proprio al concetto di “trovare qualcosa di bello” attorno all’abete natalizio.

 

Un’altra teoria fa risalire l’abitudine di decorare l’albero ai riti Celtici, che erano soliti festeggiare il solstizio d’inverno.


La religione cattolica, invece, collega il simbolo dell’albero all’Albero della Vita più volte menzionato nella Bibbia.


Infine, una storiella tenera e simpatica per i bimbi, riguarda un angioletto che, nella notte di Natale, mentre sorvolava un bosco di conifere, perse la sua aureola d’oro, che finì su un bellissimo abete che iniziò a brillare.


Secondo tradizione, in Italia l’albero di Natale e tutte le decorazioni natalizie si montano nel giorno dell’Immacolata, l’8 dicembre, e si smontano dopo l’Epifania, quindi dal 7 gennaio in poi.

Albero di Natale finto o vero?

Ogni anno, per addobbare case e luoghi pubblici, vengono venduti migliaia di alberi in plastica. Questo ha un forte impatto negativo a livello ecologico, sia per quanto riguarda i costi e l’inquinamento prodotti per la produzione e la distribuzione, sia per quanto riguarda l’impossibilità di riciclo dei materiali utilizzati.

L’abete vero elimina questo problema in quanto, terminato il periodo natalizio, può essere trapiantato in terra o continuare a vivere in vaso, se ben curato e messo all’aperto.

Soprattutto per chi gestisce locali pubblici: hotel, grandi negozi, ristoranti, condomini con un atrio in comune, uffici e studi associati, la scelta dell’albero vero è sicuramente quella vincente.

 

C’è da considerare che nessun abete in plastica, per quanto bello e ben rifinito, può sostituire il tipico profumo di aghi di pino, di legno e di sottobosco che dona un albero vero, donando all’ambiente un’atmosfera suggestiva all’immaginario fiabesco e leggendario del Natale.

Inoltre, soprattutto negli alberghi e nei ristoranti eleganti, che hanno un arredo invernale classico, magari con uno splendido caminetto, l’albero in plastica risulterebbe decisamente decontestualizzato.

 

Per hotel e locali pubblici scopri in nostro servizio green rent service

Dove posizionare l’albero di Natale?

Per avere l’impatto estetico migliore, e per deliziare i clienti, è bene che l’albero di Natale sia collocato strategicamente, in una posizione che lo valorizzi.

- Negli alberghi lo si può mettere all’ingresso, nell’atrio o nel salottino dedicato al relax della clientela.

- Nei ristoranti trova la sua miglior collocazione nella sala principale, magari al centro.

- Nei negozi e nei centri commerciali la posizione ideale è quella in zona casse.

- Nei condomini può essere posizionato nell’atrio di ingresso o nei pressi dell’ascensore 

- Negli studi ed uffici potrebbe decorare la sala d’attesa.

allestimento natalizio

Albero di Natale vero: le tipologie

Gli alberi più adatti ad essere decorati per Natale, sono gli abeti.

Ne esistono diverse specie particolarmente adatte a riprodurre l’iconografia classica e simbolica del pino decorato.

Un giardiniere esperto, una volta visto l’ambiente in cui dovrà essere inserito l’abete, saprà di certo dare un suggerimento mirato per decidere che tipo albero si addice di più alla specifica ambientazione. In generale, tra i preferiti ci sono:


- l’Abete del Caucaso: maestoso e molto simmetrico, dotato di un profumo molto discreto, quindi adatto ad ambienti piccoli e domestici, dove un aroma troppo intenso potrebbe addirittura essere percepito come fastidioso


- il Peccio: un abete dalle foglie scure, è una pianta che desidera il fresco, quindi perfetta per chi lo voglia posizionare all’ingresso o all’esterno, magari sotto un pergolato


- Abete del Colorado: un originale e prezioso abete, dagli aghi verde-intenso che tirano ad un’accattivante sfumatura di blu


- Abete Nobile: caratterizzato da aghi ordinati e ben distribuiti, infatti le sue fronde vengono utilizzate spesso per realizzare ghirlande, corone e decorazioni verdi a tema natalizio


- Abete di Nordmann: caratterizzato dalla bi-tonalità di colore, più intensa nella parte alta e più delicata nei rami inferiori


- il Peccio di Serbia: di dimensioni contenute e delicato, molto adatto per chi desidera un albero di Natale discreto e piccolo, semplice da interrare in giardino alla fine delle feste

L’albero di Natale? Meglio lasciarlo fare all’esperto

albero di natale quale scegliereGli alberi di Natale importanti, che devono addobbare location di prestigio come alberghi di lusso, condomini eleganti, negozi ed uffici, devono essere belli e fare bella figura, anche perché, come tutti gli eventi a cui la gente fa molto caso, rappresentano una strategia di marketing atta a farsi ricordare, e differenziare rispetto alla concorrenza, dai clienti.


Questo è uno dei motivi per cui è meglio ordinare un albero di Natale da Officina del verde.

Siamo specializzati in paesaggistica e in grado di realizzare un addobbo accattivante, originale, sontuoso e armonico nelle forme, nei volumi e nei colori.

Dopo il sopralluogo, l’albero sarà consegnato e posizionato e poi addobbato sul posto, pronto per essere esposto e verrà ritirato dopo la Befana.

Un altro motivo per contattarci è la tutela dell’albero, il pino vivo, infatti, deve essere decorato con sapienza e nel rispetto delle sue necessità: chi non ha una grande conoscenza ed esperienza delle piante potrebbe compiere errori che ne comprometterebbero la salute. Ad esempio non vanno utilizzati spray tossici, per simulare la neve o per glitterare le punte dei rami o gli addobbi vanno disposti in modo da non compromettere l’ossigenazione e la possibilità di attingere nutrimento dell’albero.

Inoltre, dopo le feste, riprenderemo l’abete e provvederemo a interrarlo e curarlo per il resto della sua vita o, in caso di acquisto della pianta, di piantarlo in giardino.

Reinterrato o curato in vaso, infatti, un abete utilizzato come albero di Natale può avere una lunghissima e sana vita.